LE ORIGINI BIOENERGETICHE DEL MASOCHISTA

Da un osservazione bioenergetica, il Masochista, ha forti sentimenti di ostilità, superiorità specialmente verso i propri superiori, tuttavia il suo comportamento è remissivo..

Questa diverrà la sua tendenza dominante.

Viene utilizzato il termine “Masochista” non perchè provi piacere sessuale nel soffrire ma perchè nonostante la sofferenza, non fa nulla per cambiare la situazione perciò se ne deduce che profondamente desideri mantenerla.

I loro sentimenti si astio e negatività vengono bloccati da una possente muscolatura, sono i muscoli grossi ad inibire l` espressione dei sentimenti, permettendo il passaggio solo alle lamentele e ai piagnistei, modi d`espressione tipici di questa struttura caratteriale..

CARATTERISTICA BIOENERGETICA : MASOCHISTA

Dal punto di vista energetico la principale caratteristica è una grande carica energetica che tuttavia viene compressa all`interno provocando l`incapacità di scarica e liberazione cui necessità ogni organo, per questo i loro organi interni si presentano debolmente carichi…

La loro capacità di esprimersi nel mondo sarà limitata, aggravata dalla limitata estensione del corpo, non gli permetterà di protendersi verso il mondo esterno.

La minore estensione del loro corpo è prodotta dall`accorgiamento della struttura che a sua volta deriva dalla compressione energetica verso il nucleo.

Questa condizione energetica provoca il soffocamento degli impulsi diretti sia verso l`alto che verso il basso provocando tensione cronica al collo e al bacino..

La duplice tensione che preme dall`alto verso il basso e dal basso verso l`alto predispone il soggetto, sul piano emozionale, all`ansia.

La duplice tensione è la causa della loro struttura corporea, che può apparire compressa e tozza, e della loro incapacità di scaricare l`eccesso di energia.

PROBLEM : Le tensioni muscolari impediscono la scarica energetica comprimendo una forte carica energetica verso l`interno.

BIOENERGETICA E CARATTERISTICHE FISICHE : MASOCHISTA

La costituzione bioenergetica del carattere masochista è solitamente bassa, muscolosa e tarchiata..

La muscolatura è fortemente contratta e ipersviluppata in corrispondenza della pelvi e del collo.

Questa condizione fisica si presenta dal momento che le intense emozioni trattenute, senza possibilità d`espressione, portano la pelvi ad avanzare e il sedere ad appiattirsi ricreando una postura che richiama l`immagine di  “cane con la coda fra le gambe”..

A livello cervicale potrebbe manifestarsi la gobba di bisonte, un tessuto adiposo accumulato e accentuato con il tempo dal fatto che il loro atteggiamento predispone ad incassare fra le spalle il collo portandolo ad accorciarsi.

Il loro viso è squadrato, i lineamenti marcati e riparati nei tessuti, la loro bocca spesso serrata…

La loro pelle tende alla peluria abbondante, si presenta spessa e bruna, caratteristica che manifesta il loro tipico ristagno energetico..

Possono presentarsi in due modi differenti:

  • COMPRESSO

Si manifesta maggiormente nei soggetti di sesso maschile quando sono presenti caratteristiche della struttura caratteriale rigida.

La rigidità è molto visibile in tutto il corpo, specialmente durante la scarica espiratoria.

Il bacino è in avanti portando il sedere a divenire piatto.

  • REMISSIVO

Si manifesta maggiormente nei soggetti di sesso femminile quando sono presenti caratteristiche della struttura caratteriale orale.

Associando le caratteristiche del tipo orale, al corpo brevilineo e tarchiato, si associa una componente rotondeggiante data dall`accumulo di tessuto adiposo.

I tessuti sono più atomici, recettori più aperti e meno riparati ..

Il viso è rotondeggiante con pelle rosea ..

 

BIOENERGETICA E CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE : MASOCHISTA

A livello cosciente il soggetto Masochista si identifica nei comportamenti che mirano a compiacere gli altri, attitudine incoerente con la loro interiorità, ricolma d sentimenti di astio e negatività.

Deriva da una madre eccessivamente attenta alla loro assunzione di cibo e la corrispettiva evacuazione…

Condizione che gli conferisce il senso di trappola, un`impossibilità di esprimere la propria personalità.

Il loro atteggiamento tipico è di compiacenza e sottomissione.

Soffre, si lamenta ma poi torna remissivo..

Il forte controllo esercitato sulla muscolatura riduce l`aggressività quindi anche la capacità di autoaffermarsi viene limitata.

Al posto dell`aggressività, un comportamento tipico del masochista, è la provocazione…

Un atteggiamento che mira a provocare null’altro una reazione abbastanza forte da permettergli di reagire in modo violento ed esplosivo per liberare l`eccesso di tensione…

Il forte controllo, da cui deriva il ristagno di energia, provoca interiormente la sensazione di non essere liberi ma intrappolati e impantanati nelle situazioni.

Al posto dell`autoaffermazioni il masochista si esprime attraverso le lamentele, uniche espressioni che riescono con facilità ad essere espresse

La sua furia viene espressa in maniera dispersiva e improduttiva, egli potrebbe arrabbiarsi in maniera positiva focalizzando l`energia verso i propri obiettivi.

Tendono a ripetere le loro azioni cadendo nel “pantano masochista” in cui, attraverso i loro metodi, cercano di sfogare l`energia in eccesso…

Tuttavia dovrebbero comprendere che per crescere è necessario parlare e sfogarsi con la persona direttamente interessata, solo cosí possono evolvere caratterialmente e offrire un canale di sfogo costruttivo alla forte carica energetica.

ILLUSIONE, FISSAZIONE ED IMMAGINE DEL MASOCHISTA

Ogni struttura caratteriale deriva da esperienze infantili che hanno minato l`accettazione e la sicurezza dell`individuo.

Questa offesa del sé deve necessariamente essere compensata, per questo motivo il soggetto crea delle illusioni o degli ideali dell`Io capaci di riequilibrare la propria interiorità.

L`illusione che viene creata tuttavia necessita di un notevole investimento di energia che diviene inutilizzabile nella situazione reale.

Lo schizoide si illude di essere superiore rispetto alle altre persone per compensare il sentimento di essere inferiore che tanto lo ha assillato da bambino, in particolare le persone che rivestono un ruolo superiore nella scala gerarchica sociale vengono prese di mira dalla sua ostilità.

Il fallimento é uno strumento per confermare questo ideale dell`Io, sono portati a pensare “non mi sono impegnato abbastanza” affermazione che pone implicitamente la loro superiorità…

“Se mi fossi impegnato avrei avuto successo “

Interessante comprendere che le illusioni delle varie strutture non sono del tutto false quando sono mantenute entro certi limiti.

Il masochista crede di essere un soggetto superiore agli altri in quanto è in grado di mantenere un rapporto anche sotto pressioni molto intense…

Questa loro attitudine può essere un bene ma molte volte un male..

Tuttavia dalla prospettiva del bambino, riuscire a mantenere un rapporto asfissiante ma necessario come quello con la madre, conferisce loro una virtù a cui, nell`infanzia, hanno attribuito un significativo valore.

Questa loro illusione causa la fissazione, un confitto fra due sentimenti opposti che immobilizzano il soggetto.

Ogni sentimento blocca l`espressione dell`altro mantenendo il soggetto a mezz’aria, in quanto l`individuo non è disposto ad abbandonare la propria illusione poiché equivarrebbe ad una sconfitta dell`Io, mentre dall`altro lato non può ignorare completamente la propria realtà.

Un elemento da sottolineare per migliorare la nostra esistenza consiste nel fatto che i soggetti non prendono in considerazione le loro fantasie profonde, credendo che non siano importanti nella risoluzione del problema.

Ogni struttura è legata ad un certo tipo di ansia, suscitata da differenti motivazioni : 

Il carattere Masochista sente una profonda ansia di cadere in quanto la caduta significherebbe che sta sfuggendo al controllo, situazione che, dal loro punto di vista, metterebbe fine al loro mondo 

( al  rapporto con la madre ) …

Lasciarsi andare metterebbe fine alla loro inconscia identificazione nel bravo bambino…

FERITA ED EZIOLOGIA BIOENERGETICA

È molto importante fornire una spiegazione del motivo per cui una struttura Masochista si manifesta come tale, dati storici che riguardano gli elementi comuni fra soggetti con questo atteggiamento fisico comportamentale.

La storia del soggetto rivela la presenza di una madre dominante, capace di autosacrificarsi, con tendenza ad asfissiare eccessivamente il figlio ed un padre spesso passivo..

Il bambino quando cerca di autoaffermarsi e dichiarare la propria indipendenza viene colpevolizzato .

Solitamente il bambino percepisce di crescere in un ambiente in cui l`accettazione e l`amore sono fortemente connessi con la capacità di sopportare una forte pressione.

Per il bambino la forte pressione consiste nell`eccessiva importanza attribuita al cibo e all`evacuazione, questo spiega la condizione energetica del soggetti che presenta pressione dal basso e dall`alto…

Questa situazione li porta a divenire passivi, incapaci di affermare la propria indipendenza, per questo motivo, il bambino, vede nella reazione di dispetto l`unica possibilità di esprimere se stesso.

Il bambino percepisce di non avere nessuna via d`uscita, molte volte questi soggetti hanno vissuto un eccesso di collera infantile stroncato e soppresso..

Situazione che gli conferisce un profondo senso di umiliazione e vergogna che compenserà con la creazione di un ideale dell`Io non facile da sciogliere…

La situazione obbliga il bambino a divenire sottomesso e remissivo, accettando esteriormente le imposizioni date dalle autorità di riferimento ( i genitori nell`infanzia ) mentre interiormente sviluppa astio e superiorità..

SCHEMA EZIOLOGICO

ETÀ DEL BAMBINO : Dai 18 mesi ai 3 anni

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di imporsi

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Sottomissione e invasione

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Sfida rabbiosa

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE : petto e busto

FERITA : Umiliazione

 Nel momento in cui il genitore modifica il comportamento nei confronti del figlio, soddisfando le sue esigenze, il bambino può proseguire nel suo processo di sviluppo.

Quando il genitore non modifica la propria risposta nei confronti del figlio, il bambino si trova costretto a negare se stesso e la propria affermazione vitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *