" Quando l'ipnotizzatore ha portato il soggetto alla convinzione, allora il soggetto stesso si comporterà diversamente, poichè pensa e crede diversamente "

Fin dall’inizio dei tempi si è sentito il bisogno di creare dei punti di riferimento con cui potersi orientare per muoversi al meglio nel proprio ambiente

È stato fatto con la stella polare per sapere dove voler andare e con il bene e il male, per sapere cosa voler essere.

Quando parliamo di convinzioni, parliamo della stella polare che il nostro cervello crea per orientarsi.

Essa stabilisce le abilità, le capacità, i talenti e soprattutto i limiti.

Queste stelle polari dette convinzioni le acquisiamo, naturalmente, crescendo e con il solo obiettivo di capire il mondo, si inseriscono nella mente durante tutta la vita ma esse sono considerate fondamentali per tre elementi essenziali…

1 - Convinzioni come filtri percettivi

Agiscono creando la nostra rappresentazione della realtà, la nostra attenzione viene attirata da ciò che conferma le nostre convinzioni.

2 - Convinzioni come distorsioni

Ogni convinzione è essenzialmente una generalizzazione, essa ci fa vedere il mondo in maniera distorta.

3 - Convinzioni offrono grande "Impatto Motivazionale"

Esse non sono semplicemente mappe statiche, con l’aggiunta dei valori sono elementi motivazionali.

Le utilizziamo per scegliere la rotta e pianificare il futuro perché tendiamo a muoverci verso ciò cui diamo valore, evitando dove non ne attribuiamo.

Nascono o si creano ?

Le radici delle convinzioni

Ciò che dovete ricordare è che non ha importanza il modo in cui l’idea vi è sorta nella mente, nè da dove provenga.

Potete non aver mai incontrato un ipnotizzatore ma se avete accettato un’idea, dalla mente, dai vostri insegnanti, dai genitori, dagli amici, dalle pubblicità o da qualsiasi altra fonte, e se inoltre siete fermamente convinti che essa sia vera, ciò influisce su di voi allo stesso modo in cui le parole dell’ipnotizzatore influiscono sul soggetto ipnotizzato.

Fonti quotidiane di convinzioni e idee 

  • Esperienza imprinting 
  • Genitori / cultura / crescita
  • Modellamento inconscio
  • Feedback altrui
  • Esperienze ripetute
  • Coetanei compagni
  • Evento di riferimento
  • Persone prese a modello
  • I media

Racconto pratico

Potrebbe risultare impegnativo comprendere le convinzioni senza avere una visuale pratica del concetto.

Uno splendido esempio lo ritroviamo negli esperimenti e studi di Lecky Prescott, un professore universitario che in tutti modi cercò di far migliorare I punteggi dei propri studenti, infine riuscì nel suo intento.

” Come ? “

 Insegnando loro a mutare la propria immagine di sé stessi.

Secondo molti studi scientifici le insufficienze scolastiche sono, in quasi tutti i casi, dovute al concetto e la definizione che gli studenti davano di sé.

” Sono un fiasco in matematica “  ” Non so scrivere bene “  Non sono portato per… “ 

Con tali autodefinizioni lo studente deve avere voti scarsi per essere coerente con sé stesso , prendere pessimi voti diviene un impegno morale come per un gentleman esser cordiale. 

Le convinzioni inviano un messaggio psico-neurologico al sistema mente-corpo, esso cerca poi di confermarlo, nella realtà, con i fatti.

Convinzioni come ipnosi

Risulterebbe integro e onesto riconoscere che l’uomo, entro un certo limite, vieni ipnotizzato da pensieri e idee che egli accetta da altri o ha ripetuto a sé stesso fino a convincersi che le proprie rappresentazioni sono realtà.

Questi pensieri, queste idee che noi immettiamo come verità, hanno una notevole importanza sul nostro comportamento, quasi come fosse un ipnotizzatore professionista a indicarci come agire.

Avete mai assistito ad una seduta Ipnotica? 

In ogni caso, sembrerebbe opportuno raccontare la storia dell’ipnotizzatore e del campione di sollevamento pesi.

L’ ipnotizzatore dice al campione che non può sollevare la matita dalla scrivania.

Il campione sicuro dei propri mezzi ( poiché sa che il record personale di sollevamento è di 180 kg ) si avvicina per compiere l’esercizio.

Sembra sforzarsi al massimo, ma per quanto si impegni, la matita non si muove, egli ora non può sollevare la matita. 

I collaboratori del campione, sconcertati, chiedono all’ipnotizzatore di concludere la seduta e di liberare il loro collega.

Ci rende scettici immaginare una tale scena ?

È difficile riuscire a credere che sia possibile un così stravagante evento.

La cosa veramente fenomenale è che l’ipnosi non indebolisce l’atleta, egli è forte come sempre in termini di potenza, ma senza capirlo consapevolmente, egli opera contro sé stesso.

– Da un Lato Cerca di sollevare la matita con uno sforzo di volontà e in ciò vengono contratti i muscoli per il sollevamento.

– Dall’altro un pensiero inconscio ‘Non puoi farlo’ provoca la contrazione dei muscoli contrari al sollevamento.

L’idea negativa li porta a vincere sé stessi.

 

CONVINZIONI : Ipnosi positivo solleva di più

La forza di presa di un secondo atleta venne calcolata per mezzo di un dinamometro, egli non riusciva a far salire l’ago al di sopra dei 45 kg.

Ora egli viene ipnotizzato e gli si ripete  ‘sei forte, sei fortissimo’  ‘sarai sorpreso nel vedere quanto sei forte..’

Venne di nuovo spinto a provare la forza di presa della  mano.

Questa volta l’ago segna 50 kg.

Ancora una volta, cosa abbastanza strana, l’ipnosi non ha aggiunto nulla alla reale forza dell’atleta.

L’unico contributo dato dal condizionamento ipnotico e di aver vinto un’idea negativa che fino ad allora gli aveva impedito di esprimere tutta la sua vera forza.

In altre parole l’atleta aveva imposto una limitazione alla sua forza.

Vi chiederete ” come ? “

 Con l’ opinione negativa, divenuta convinzione, che il suo limite fosse quello stabilito di 45kg.

Ciò, apparentemente, sembra possibile solo perché l’ipnotista dice loro che ” possono ” e comanda loro di andare avanti e di farlo.

Può sembrare magia, ma non è questo il caso.

In realtà, l’energia, le capacità fondamentale per compiere tali cose erano insite nei soggetti ma essi erano incapaci di farne uso poiché non sapevano di possederle.

Essi, con le loro opinioni negative, le opprimevano e impedivano loro di manifestarsi.

Dentro di voi, qualunque considerazioni avete di voi stessi, esiste la capacità e l’energia di fare ciò che è necessario per essere felici e per avere successo.

Dentro di voi, in questo istante, esiste la possibilità di fare cose che non avete mai sognato di fare, questa possibilità diviene nostra non appena cambiamo la nostre convinzione, che dicono…

 ‘Non posso’ … ‘ Non sono degno’…  ‘Non lo merito’ ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *