CHIAVE DELLA PSICHE : Il ruolo dell`immaginazione

L`immaginazione svolge un ruolo fondamentale nella vita umana, essa ha molto più potere di quello che si crede.

Purtroppo per noi tale strumento viene trascurato e ignorato lasciandoci in balia di un’abilità esclusivamente umana.

Essa utilizzata come la natura vuole e capace di qualunque cosa ma nel momento in cui ne diveniamo succubi, non padroni e condottieri, essa può diventare deleteria per l’uomo.

STORIA DI UN UOMO "DIVORATO" DALL`IMMAGINAZIONE

Una volta vi era un uomo solitario che fu obbligato dalla famiglia a chiedere un consulto medico, per il semplice fatto che aveva u timore irrazionale di uscire di casa o semplicemente fare altre attività che non riguardassero il suo lavoro.

Questo timore nasceva dentro di lui dalla strana idea che si era creato di sé, egli si presentava con un naso greco romano, orecchie sporgenti più del normale e perciò si riteneva ridicolo, brutto, addirittura squallido….

Nelle sue fantasie gli altri ridevano di lui, mentre la sua famiglia se ne vergognava.

Tanto fu il lavoro mentale che egli fece per mutilare il suo Io che, alla fine, viveva la vita che nella mente rappresentava, si comportava come fosse un uomo ridicolizzato dalle altre persone e allontanato dalla propria famiglia, nonostante la realtà fosse totalmente diversa……

La famiglia lo amava al punto da spingerlo verso una soluzione, mentre per la gente non era niente di così ridicolo, le sue orecchie eran come migliaia di altre, era egli stesso a infliggersi tali ferite, in ogni suo film mentale dettagliato, stava dando forma ad un immagine di sé falsa, negativa, ricca di malessere e soprattutto focalizzata fermamente verso l’insuccesso e l’infelicita.

Egli non si sentiva degno e ogni pensiero e immagine mentale forgiavano il suo comportamento irrazionale, poiché irrazionali erano i suoi pensieri.

Ci sono tantissime storie di uomini persi, distrutti dalle proprie fantasie, le quali diverranno opinione, e forse in seguito, convinzioni.

” Doveva solo rendersi conto che la sua fantasia aveva indotto una tale distruzione della sua immagine dell’Io da fargli perdere di vista la realtà. La sua immaginazione era la responsabile della sua infelicità.

L’immaginazione creativa fa parte dell`inizio di ogni nostro atto poiché determina l’immagine obiettivo su cui andrà ad operare il nostro meccanismo creativo inconscio.

 

LA VERITÀ SULL`IMMAGINAZIONE

Il nostro agire o non agire è conseguenza dell’immagine e dell’immaginazione, non della volontà come si crede.

Un essere umano agisce e si comporta sempre in conformità con ciò che immagina essere vero riguardo sé stesso e il mondo.

Questa è una legge fondamentale dell’uomo.

Tuttavia non è ancora chiaro il fatto che il cervello e il sistema nervoso, i quali reagiscono automaticamente all’ambiente, sono gli stessi che ci dicono cosa è l’ambiente.

Ad esempio, la reazione di un uomo che si imbatte in un orso, nasce da un’idea..

Essa si è creata tramite i dati captati dal cervello nel mondo esterno.

A sua volta, l’idea, l’immagine mentale sarà essa a scatenare l’emozione della paura, essa preparerà il corpo all’azione.

( Affluisce il sangue agli arti, impallidisce il viso, lo stomaco smette di lavorare permettendo ad altri organi di usufruire di ossigeno ed energia  )

Erroneamente si crede che sia l`emozione a creare l’idea, che in questo caso, ci spinge a scappare lontano dal pericolo dell`orso.

Da questo nuovo punto di vista possiamo affermare che l’uomo sul sentiero. Ha reagito a ciò che ha immaginato, pensato, creduto essere l’ambiente.

Egli avrebbe risposto ugualmente dal momento in cui l’orso fosse stato un semplice attore, a patto che dentro di lui avesse creduto di vedere un vero orso.

In ultima analisi, noi agiamo e sentiamo, non in conformità al reale aspetto delle cose ma secondo l’immagine che la nostra mente si è fatta.

Passiamo la vita a creare immagini mentali su noi, il mondo, gli altri e ci comportiamo come se tali immagini fossero la realtà e non una semplice rappresentazione.

Reagiamo in modo automatico a quello che crediamo essere l’ambiente, dal momento che idee e immagini mentali sono irreali e distorte, di conseguenza, anche le nostre reazioni saranno analogamente errate.

Perché non creare immagini di successo ?

Aver scoperto che le nostre azioni, sentimenti, comportamenti sono risultati delle nostre immagini e credenze ci dà la chiave per il cambiamento di personalità.

Una nuova porta aperta alla conquista di capacità, successo, felicità.

L’immagine mentale ci danno la possibilità di esercitare nuove inclinazioni e nuovi atteggiamenti, ciò è possibile poiché il cervello e il sistema nervoso non distinguono un’esperienza reale da una vividamente immaginata nei dettagli..(Esperienza sintetica).

Se raffiguriamo noi come agenti in un determinato modo è come se fosse il nostro reale comportamento, l’esercizio mentale ci avvicina alla perfezione.

Si tratta semplicemente di immaginare varie situazioni, risolvendole mentalmente fino a conoscere perfettamente come comportarvi quando tali situazioni si presenteranno nella vita reale.

IMMAGINAZIONE : Fate la prova generale

Esso è un metodo molto consigliato poiché conta molteplici vantaggi.

Raffigurate nella mente la situazione che volete affrontare nelle sue diverse potenziali ipotesi, ciò si dimostrerà utile anche nel momento in cui la situazione reale si mostra diversa da come l’avevamo immaginato, per il semplice motivo che sarete molto più affini all’improvvisazione, sarete individui dal comportamento flessibile.

In secondo tempo, essa sarà estremamente utile per la fiducia che trasmetterà all’individuo.

William Moulton Marston, ideatore di questo metodo, disse…

<< Non siate attori inesperti..>> affermando che recitiamo sempre un qualche ruolo nella nostra vita.

Scegliamo il ruolo di una persona di successo, proviamo e riproviamo mentalmente.

Ora immaginate di utilizzare il metodo delle immagini mentali per le azioni che andremo a svolgere.

Da sempre grandi uomini hanno fatto uso della teoria dei disegni mentali.

Si racconta che Napoleone nell’infanzia si immaginava comandante, e disegnava mappe della Corsica che indicavano dove avrebbe piazzato le proprie difese, facendo tutti calcoli con la massima precisione matematica.

“ Dovete avere un chiaro disegno mentale dell`azione prima di eseguirla con successo ! “

Tale teoria afferma che se voi vi immaginate il risultato finale, se osservate la palla andare dove volete e sapete con una profonda sicurezza che essa farà come deciso, il subconscio governerà e dirigerà il corpo correttamente.

Dal momento che la posizione è sbagliata o che i nostri modi sono sbagliati, esso si preoccuperà anche di questo, dirigendosi verso ciò che è necessario per compensare l’errore fatto in precedenza.

IMMAGINAZIONE : L'arte delle immagini mentali

Spesso l’arte delle immagini mentali in passato è stata associata alla magia.

Fino a quando la nuova scienza ci offerto una definizione che ci permette di intuire come l’immaginazione sia in grado di produrre risultati strabilianti.

Definizione

Il sistema nervoso, muscolare, periferico creano a loro volta, nel loro insieme, un altro sistema molto più complesso.

Esso ha un motore chiamato servomeccanismo (macchina automatica, impersonale volta ad uno scopo) esso guida il nostro cammino verso un chiaro bersaglio e correggendosi attraverso dati di reazione (esterno) dati assimilati (memoria) automaticamente effettuerà le dovute correzioni.

Quando vedete chiara un’azione che volete effettuare, il meccanismo automatico si metterà in funzione e eseguirà il lavoro meglio di sforzi reali o della forza di volontà.

Invece di preoccuparvi pensando che andrà a finire male, dovete smettere di agire forzatamente, dovete rilassarvi e raffigurare il bersaglio che realmente volete conquistare e lasciare che il meccanismo creativo lavori per voi.

Immaginando il risultato desiderato farete pressione sul vostro Io affinché faccia uso del pensiero positivo.

Fare ciò non vi renderà esenti dal fare sforzi, ma vi assicura che ognuno di questi vi avvicina realmente al vostro reale scopo, senza perdersi nell’erbacce di obiettivi completamente differenti.

IMMAGINAZIONE : La ricerca di un "Io" migliore

Fondamentalisti: lo scopo, il senso dell’uomo e della ragione é glorificare Dio.

Umanisti : lo scopo consiste nell’esprimere compiutamente sé stessi.

Tuttavia se accettiamo il presupposto che Dio è un creatore buono e misericordioso ed ha per la sua creatura lo stesso amore che un padre terreno ha per i suoi figli, sembrerebbe che fondamentalisti e umanisti dicano la stessa cosa.

Cosa può rendere più orgoglioso e soddisfatto un padre che vedere la sua prole agire bene, avere successo ed esprimere compiutamente se stessa ?

Gesù disse ” Non celate la vostra luce lasciatela brillare in modo che vostro padre ne sia glorificato.. “

Dio ci considera uomini e donne attraverso cui egli può fare grandi cose.

Ci vuole vedere sereni, fiduciosi, contenti e non patetiche vittime della vita..

Padroni dell’arte di vivere. 

L’antico senso di indegnità e fallimento deve sparire, esso è falso e dobbiamo evitare di credere alla falsità..

Ridefinire l`immagine dell`IO : Create esperienza

La vostra attuale immagine ha origine dall`idea che di voi vi siete fatti nel passato, essa deriva dall’interpretazione e valutazione dell’esperienza.

Creare una nuova immagine dovete applicare lo stesso metodo che avete usato costruire per quell’errata .

Create nella vostra mente un immagine di voi stessi, focalizzando la vostra attenzione per l`esatto tempo sarete attratti.

Cosa fondamentale è rappresentare le proprie esperienze mentali più vivide e particolareggiate possibile, se desiderate che la vostra immagine si avvicini alla realtà, (esperienza pratica) il modo è fare attenzione ai piccoli dettagli.

La realtà immaginata equivale alla realtà effettiva per il sistema. 

Questo esercizio forma nuovi ricordi e dati assimilabile dal cervello e nel sistema nervoso, essi formeranno una nuova immagine dell`Io.

Non dovete preoccuparvi di agire bene domani, nè dovete pensare a come avete agito ieri..

Continuate a visualizzare voi stessi mentre agite e sentite ciò che volete essere, il meccanismo creativo subentrerà al momento giusto e opportuno, se continuate a fare pratica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *