INSUCCESSO : Il processo che costruisce la struttura psicologica

Abbiamo compreso che il sistema umano possiede un meccanismo che può agire per il successo o per l`insuccesso.

Esso è simile alle macchine create dall`uomo, poichè svolge e agisce seguendo le istruzione che, con il passare del tempo e l`accumulo di esperienza, ha impresso nella mente….

Ora potresti decidere di continuare a vivere spinto dai meccanismi automatici e dalle reazioni errate ma forse credi che sarebbe una buona idea divenire consapevole di te stesso e delle predisposizioni comportamentali del sistema umano, solo cosí puoi afferrare pienamente il timone della tua vita, credi sia la scelta migliore ? 

Ricordiamo che….

Più un percorso neurale viene stimolato, più esso diviene forte…

Per divenire forte, esso, si ricopre sempre in modo maggiore di strati di neuroni divenendo sempre più di valore, sempre più profondo, usiamo il termine profondo in quanto la ripetizione di un azione/pensiero legato ad un sentimento ha la capacita` di raggiungere le profondità` della psiche, dove tutto e` automatico e le reazioni sono dettate in modo naturale dal bagaglio che fino a quel momento abbiamo raccolto.

Ciò vale per ogni cosa, che sia un tratto di personalità, un hobby, uno sport o delle abilità intellettuale.

Solo la pratica vi dona la possibilità di venire immersi ed esser guidati da questo stesso percorso neurale.

Possiamo pensare ad atleti professionisti…

Inizialmente il gioco del calcio può sembrare bizzarro, pensare di dare calci ad un pallone verso una direzione, bisognerebbe calcolare e analizzare istantaneamente la forza da utilizzare, la posizione del piede, il punto da colpire, le condizioni atmosferiche….

Questo è ciò che la mente analitica ha bisogno di valutare per cominciare una nuova azione mai compiuta come giocare a calcio…. 

È con il tempo e la pratica che tutti questi dati, impossibili da analizzare in pochi istanti, divengono parti della nostra mente inconscia, reattiva.

Essa non ha nessuna necessita` di fare tali calcoli, poiché agisce sulla base dei passati successi, la vostra pratica…

Immaginate che il primo calcio che abbiamo dato ad un pallone abbia creato una base per la costruzione di un percorso, strada neurale nella materia grigia.

Continuando a stimolare tale percorso continuando a giocare e calciare, a fare pratica, il percorso si stimola, si eccita e nel farlo aggiunge strati di neuroni alla propria struttura, divenendo sempre più forte all` interno della struttura psicologica totale del soggetto.

Un allenamento/pratica fatto con sentimento e intelligenza permette al semplice percorso neurale di evolvere… divenendo un`autostrada neurale più larga e profonda capace di oltrepassare il luogo cui e` nata.

Creata dalla mente analitica, mediante la pratica intelligente, si proietta sempre più in profondità, attraversando la mente subconscia si colora di emozioni e sentimenti per ottenere l`energia necessaria per arrivare nell`inconscio, dove diverrà una reazione automatica.

Cosi il migliore dei calciatori può elevarsi a due metri di altezza, calcolare quando il pallone sarà nel suo raggio di azione, e colpire la sfera nel punto esatto per indirizzarla verso la porta.

La migliore mente analitica nel fare questi calcoli ci avrebbe messo almeno qualche minuto, mentre la mente reattiva pochi istanti… spinta dall`istinto la profondità della psiche possiede un potenziale infinito.

Con la ripetizione intelligente l`uomo può fare qualsiasi cosa riesca ad immaginare.

Tale processo ci ha permesso di evolvere come specie e di sopravvivere, per farlo milioni di anni fa ha compreso che la velocità nel` intervenire era un fattore fondamentale in un ambiente ostile come quello in cui vivevano i primati….

Cosa succede quando non prendiamo in considerazione tale funzionamento della psiche ?

Siamo, semplicemente, vittime e allo stesso tempo artefici della nostra vita ma questo ora ha una soluzione…

Molte persone soffrono… e spesso la cosa che più turba un essere umano sono paradossalmente i propri comportamenti, le proprie reazioni verso l` ambiente .

Tali schemi comportamentali si sono sviluppati secondo lo stesso processo con cui un calciatore diviene il migliore al mondo.

  1. Viviamo un esperienza che ci fa sentire in un determinato modo, frustrazione, delusione, rinuncia, rassegnazione e tutte le emozioni negative del repertorio umano.
  2. Creiamo, facciamo pensieri su tali emozioni, proiettiamo delle immagini su tali emozioni, diamo giudizi che impiantiamo come pilastri cui abbiamo bisogno di credere per proteggerci.
  3. Rivisitiamo tale percorso neurale, arricchendolo di nuove sofferenze e rendendolo più forte, ogni volta esso diviene più radicato, fino a quando diviene autostrada verso inconscio e si impianta come reazione automatica.

In tal momento la gente cerca di giustificare il proprio comportamento malsano ed errato, attraverso la mente logica, crea una realtà in cui tale azione/comportamento viene gustificata per essere coerente e logico…. 

Momenti come questo allontanano il soggetto dalla realtà, aumentando il suo malessere per via del distacco fra IO ideale e IO reale.

MOLTI UOMINI HANNO GIA PRESO NOTA E CON SUCCESSO PUNTANO A MIGLIORARSI SEMPRE, SAI COSA FARE CON QUESTE CONOSCENZE…

Sradicare un comportamento negativo richiede un certo dispendio di energie, è per questo che la mente crea una realtà fittizia in cui l` azione svolta abbia senso.

Essa mette tutta se stessa per proteggere le certezze, convinzioni e i valori che fino a quel momento abbiamo stabilito come tali.

Per questo di fronte ad un idea nuova la reazione automatica dell` individuo sarà sempre lo scetticismo, in realtà la mente vorrebbe solo sentire affermazioni che confermano le proprie credenze. ( BIAS LINK )

 Date ragione ad un uomo e gratificherete il suo EGO, cercate di rinnovare o cambiare una credenza e vedrete come il soggetto in questione automaticamente alzerà delle resistenze volte a proteggere l` immagine che la psiche più profonda custodisce….

I MIGLIORI HANNO GIÀ INTEGRATO QUESTI FUNZIONAMENTI UMANI E CON SUCCESSO PUNTANO A MIGLIORARSI SEMPRE, VOW CREDE IN TE, SAI COSA FARE CON QUESTE CONOSCENZE, SAI COME APPLICARLE NELLA TUA VITA … 

INSUCCESSO : LA MENTE E I SUOI SEGNALI

Abbiamo esposto un introduzione che esprime, nella maniera più semplice possibile, il meccanismo della psicologia all` interno del sistema umano per comprendere in pieno la personalità di tipo insuccesso.

Immaginiamo la mente umana come un vero e proprio meccanismo, simile ad una macchina…

Ora sappiamo tutti che la macchina ha vari modi per comunicare con il conducente, pensateci un attimo..

Se il motore ha un qualche problema si attiva una spia, un segnale che ci indica quale parte della macchina andrebbe riparato e corretto, se nonostante la spia continuiamo a utilizzare la macchina, incuranti del problema, essa produrrà un effetto che sarà ben visibile al conducente in questione, come ingolfarsi e smettere di funzionare…

Il mondo è governato da leggi universali, una di queste è la legge di CAUSA-EFFETTO.

Ogni causa produce un effetto, a sua volta l` effetto diviene causa, la quale produrrà un effetto…

Cosí questo circolo infinito inarrestabile coordina l` universo.. 

E COORDINA OGNUNO DI NOI…

Esistono degli effetti anche nell` essere umano, paragonabili a delle spie luminose, che ci indicano un problema, a sua volta, ci indicano la causa di tali effetti/problemi…

La personalità di tipo fallimento è immagine grafica dei sintomi, spie del meccanismo dell`insuccesso.

Essenziale è per ogni uomo divenire consapevole di ciò e riconoscere in se questi elementi negativi .

Insomma guardare le spie psicologiche e risolvere il problema semplicemente per stare meglio, essi eliminano la possibilità di essere trascurati, se cosi` fosse la spia/effetto, diverra` causa e il suo effetto sarà visibile al soggetto in modo concreto, ATTRAVERSO IL SINTOMO..

I sintomi non sono altro che i segnali di allarme del sistema umano, essi hanno come unico scopo mantenere la salute e l`equilibrio del corpo, il sintomo non è altro che un richiamo all` individuo per cercare di adottare le giuste azioni correttive volte a ristabilire la salute quindi l`omeostasi. 

INSUCCESSO : COME FARLO AGIRE A NOSTRO FAVORE

Abbiamo compreso che anche il sistema umano ha degli indicatori, spie, che segnalano un imminente pericolo per la salute e sopravvivenza e che essi ci chiedono semplicemente di agire con azioni volte a correggere l` errore che sta provocando il danno.

Il sintomo essenzialmente serve per ricercare di mantenere la salute totale del corpo, sia a livello fisico che psichico…

La personalità` di tipo fallimento ci da la possibilità di conoscere quali spie, del nostro meccanismo, meritano la nostra attenzione e agire per riconoscere il problema e risolverlo attraverso le giuste correzioni.

Imparando tali sintomi negativi, segnali di insuccesso, doniamo al nostro meccanismo mentale dei dati etichettati come negativi, da evitare.

 Essi una volta riconosciuti come tali verranno automaticamente corretti portando il soggetto lungo nuove strade che siano maggiormente costruttive.

Indicate alla vostra mente che questi sintomi sono malsani, istruite la psiche a riconoscere tali tratti distruttivi ed essa naturalmente iniziera` un`azione positiva volta a correggere…

Nessuno e` immune da queste sensazioni e comportamenti, anche le personalità di successo le vivono e conoscono, a differenza degli altri le distinguono e riconoscono come quello che sono…. segnali che ci indicano come, in qualche modo, stiamo deviando da QUELLA CHE È LA NOSTRA PERSONALE STRADA…

I segnali di reazione negativa della personalità di tipo insuccesso si associano alle lettere della parola “FAILURE”…

(Frustrazione, disperazione, futilità ).  

cause: obiettivo importante, irrealizzabile nel presente..

(Aggressività mal direzionata)

cause: mancanza di canale di espressione

( Insicurezza ) 

cause: errata IMG IO,errati paragoni,  difendere piuttosto che conquistare 

( Senso di solitudine, manca di unità)

causa: ricerca di mantenere sano il proprio IO idealizzato evitando contatti sociali, si predispone ad alienazione dell`Io 

(Incertezza)

 causa: proteggere inadeguata img IO, evitare di decidere per non fare errori, per non prendere responsabilità, PAURA DI SBAGLIARE

(Risentimento) 

causa: senso di inferiorità nascosto, incapacita` di accettare fallimenti, capri espiatori necessari per preservare immagine illusoria dell`Io.

 (Senso di vuoto)

causa: inadeguata immagine dell`Io definita spesso indegna , scopo per cui non vale la pena lottare, MANCANZA DI OBIETTIVI DEGNI

NOTA BENE: E` ottimale fare una premessa….

La natura umana e` dotata di una capacita` di reazione che punta a rispondere sempre in maniera appropriata e lo fa perfettamente…

Come e` possibile allora che esistano tali tratti negativi nel repertorio umano?

È fondamentale comprendere che ognuno di questi tratti è stato creato per risolvere un problema o una difficoltà, noi li adottiamo proprio perché dal nostro punto di vista sono un mezzo per superare un qualunque ostacolo… essi, in sintesi, hanno un significato e uno scopo.

L` errore consiste nel partire da una premessa di base sbagliata, i dati iniziali erano sbagliati cosi la risposta per essi è egualmente errata…

LA SOLUZIONE CONSISTE NEL COMPRENDERE CHE ESSI SONO INUTILI E INADATTI PER IL NOSTRO SCOPO, servono solo per riportarci sulla retta via come un segnale che suonando ci indica che stiamo sbagliando strada…

La sola volontà è incapace di modificare tali tratti negativi, dovete muovervi verso ciò che volete.

La verità può liberarci da essi per fare in modo che quelle forze istintive che prima remavano contro noi, ora, operano e agiscono a nostro favore.

1 - FRUSTRAZIONE

La frustrazione è un senso di rabbia che nasce quando un obiettivo, scopo per noi importante risulta irrealizzabile, subentra dove vi e` un desiderio che viene ostacolato.

E` importante che nella vita ognuno comprenda che nulla si può ottenere subito e che spesso dobbiamo cercare di accettare delusioni senza provare rabbia….

Se vi è un grande obiettivo al momento irrealizzabile, scomponetelo in microobiettivi che siano , nel presente, realizzabili… cosi facendo, farete in modo che il futuro vi dia la possibilità e il modo di realizzare ciò che prima era irrealizzabile…

Ricordate che il nostro meccanismo per il successo può agire solo nel presente, PERCIÒ STABILITE SCOPI REALIZZABILI NEL VOSTRO PRESENTE PER CREARE IL FUTURO PROSPEROSO CHE MERITATE.

“ Per arrivare al punto preciso prefissato, inizialmente avvicinatevi al rango” 

Succede a volte, a molti uomini, di vivere esperienze deludenti … esse danno origine a sentimenti ed emozioni di insoddisfazioni e tristezza esagerate che avranno potere di divenire SIMBOLI DI FALLIMENTO.

Vi sono uomini che non riescono ad apprezzare ciò che hanno… nonostante il loro successo cercano sempre di migliorare ma per il motivo sbagliato, questi hanno dentro di se un senso di delusione cronico nato dal pensare che ciò che si ha non è alla loro altezza …

Tale senso di delusione cronica dimostra molto spesso che i fini che ci siamo prefissati non sono realizzabili o che la nostra immagine dell` io non e` esatta…

L` immagine dell` Io , anche qui, svolge un ruolo fondamentale…

Quando un soggetto crea un immagine di se stesso definita come inferiore, indegna, incompetente inconsciamente egli reciterà questa parte nella vita, soggetti che credono di meritare insuccesso faranno di tutto, involontariamente, per fare in modo che i loro pensieri si autoverifichino .

I sentimenti principali, di tale immagine, possono essere ritrovati nella nostra vita neonatale e infantile..

La delusione, lo scontento, l` insoddisfazione erano dei mezzi per comunicare con la madre che una volta compreso il disagio del momento si apprestava a migliorare la situazione.

Se si aveva fame, si veniva saziati o esprimendo scontento per la propria scomoda posizione la madre si accingeva a cambiare posizione e cosi i problemi venivano risolti.

È scontato dire che questo è un metodo valido da fanciulli ma completamente inutile nella vita adulta, anzi distruttivo.

Coloro che continuano nella vita adulta con tali atteggiamenti, vivono come se provando delusione, insoddisfazione per la vita ne richiamassero l` attenzione per fare in modo che sia la vita stessa a risolvere le difficoltà e gli ostacoli…

Tali soggetti esprimono cosí tanto queste emozioni negative da radicarle dentro di se e farle divenire abituali, facendo ciò, l` unica cosa che attireranno sarà la delusione… e ogni volta un successo si avvicina alla nostra porta qualcosa farà in modo che esso si frantumi davanti ai nostri occhi… 

Pensate sia crudele? Avete ragione perchè lo e` ! 

Sopratutto se pensiamo che gli artefici di tale distruttismo sono i soggetti stessi.

PRESCRIZIONE : e` importante comprendere che..

PENSIERI E SENTIMENTI PROCEDONO PARI PASSO, L`UNO CON L` ALTRO.

I SENTIMENTI PREVALENTI SONO IL TERRENO SU CUI CRESCERANNO PENSIERI E IDEE.

PER QUESTO E` IMPORTANTE USARE IMMAGINAZIONE PER VISUALIZZARCI MENTRE ABBIAMO SUCCESSO…

Come vi sentireste se avreste già il successo che sperate e credete di meritare.

Abbiamo descritto due ipotetici soggetti inondati di frustrazione, ma la causa era totalmente diversa, nonostante il problema consisteva sempre nell`errata immagine dell`io. 

  1. Era un uomo con abbastanza successo ma il senso di delusione cronico lo spingeva a cercare di avere sempre di più, inconsapevole che ciò che veramente gli mancava era il saper godere del momento, della vita e di ciò che aveva costruito….quest`uomo aveva semplicemente bisogno di rilassarsi maggiormente e per farlo aveva necessità di smettere di puntare sempre al centro del centro del bersaglio… 
  2. Il secondo caso era un uomo con un senso di delusione cronico dovuto alle emozioni negative impiantate cosí profondamente da agire sotto la soglia della consapevolezza, egli si reputava indegno, inferiore e fallito…. Tali sentimenti creavano degli eventi di vita che fossero maggiormente coerenti con i pensieri prevalenti della psiche. Nessuno sarebbe andato da costui a risolvere i suoi problemi, perchè il principale problema era che egli stesso li richiedeva al suo meccanismo creativo. 

2 - AGGRESSIVITA` MAL DIREZIONATA

L`aggressività, l` energia emotiva sono fondamentali e necessari per raggiungere un determinato scopo, l`uomo ha bisogno di affrontare gli eventi in maniera aggressiva evitando di porsi passivamente.

Semplicemente avere una meta da raggiungere ha il valore di creare la giusta aggressività che ci permetterà di soddisfare le aspettative attraverso questa energia.

A volte però, può succedere che un uomo sia carico di energia emotiva e aggressività ma senza un canale di uscita per quest`ultima, senza una meta cui direzionarla, tale eccesso non può persistere..

Per questo il soggetto è predisposto ad indirizzare male la propria aggressività e forza… rendendo il tutto non solo inutile ma sopratutto distruttivo.

Alcuni studiosi di Yale hanno affermato che l`aggressività mal direzionata segue la delusione come al giorno segue la notte…

Il blocco di questa energia può provocare diversi guai…. Sopratutto se accumuliamo e sfoghiamo su noi stessi o su persone che in realtà amiamo..

Sostanzialmente questo modo di agire non è diverso dallo scorpione del sud America che punge se stesso e muore del suo stesso veleno.

Questo è un atteggiamento tipico della personalità di tipo insuccesso, in cui la forza e aggressività viene bloccata eccessivamente per poi essere liberata in canali autodistruttivi che si concretizzano fisicamente e psicologicamente come :

  • Ipertensione arteriosa 
  • Ulcere
  • Preoccupazioni
  • Ritmi eccessivi 
  • Irritabilita` 
  • Critiche e rimproveri 

COME RISOLVERE AGGRESSIVITA` MAL DIREZIONATA?

Analizziamo tale problematica, cerchiamo canali adatti alla sua espressione, farlo è importante quanto donare un canale di sfogo all`amore, alla rabbia, alla tenerezza…. 

Basti pensare che gli animali stessi sono coordinati da tale energia, che è un carburante per svolgere i nostri compiti e soddisfare i nostri obiettivi, senza di essa  le basilari espressione di se stessi sarebbe piatte e insipide.

AGGRESSIVITÀ MAL DIREZIONATA VUOL DIRE CERCARE DI COLPIRE UN BERSAGLIO… 

BUTTANDO PER TERRA TUTTO CIO` CHE LO CIRCONDA ! 

Ogni volta provate rabbia verso qualcuno ponetevi tale domanda 

– < È forse la mia delusione che opera e mi spinge ? >

Cercate di comprendere da dove deriva tale delusione e comprenderete come, aver individuato che la nostra reazione è inadeguata, ci ha portato a metà strada verso la risoluzione del problema .

VIENE CHIAMATO MECCANISMO DELUSIONE-AGGRESSIVITA`

– Succede quando un soggetto cerca di scaricare energia che non può dirigere verso altri scopi, obiettivi…

PRESCRIZIONE : RICORDARE CHE …

Nell`incontrare tali soggetti evitate di cadere nella loro stessa trappola pensate “quel tizio non ha niente verso di me, probabilmente è lo sfogo che ha dovuto trattenere verso il proprio superiore o la macchina che era davanti al semaforo…”

PUÒ SUCCEDERE A TUTTI DI SOVRACCARICARSI DI ENERGIA SENZA AVERE UNA CHIARA DIREZIONE CUI SCARICARLA..

Perciò potete creare delle vere e proprie valvole di sfogo dell` energia in eccesso, evitando cosí di utilizzarla come autodistruzione o sfogo verso persone che amiamo e non hanno alcuna colpa.

L`esercizio fisico è un elemento che mantiene in salute il corpo, sempre, in questi casi svolge un ruolo ancora più importante…

Ci offre la possibilità di scaricare energia in eccesso.

 Tutto ciò, a livello mentale, ci dona l` impressione di aver fatto “ pulizia e ordine” nella psiche e nel cuore.

Le donne casalinghe hanno spesso l` abitudine di veicolare la rabbia nelle pulizie o nel riordinare l`arredamento…

Inoltre potete indirizzare la vostra aggressività concentrandola su un foglio…. Scrivete un testo o una lettera dove sfogate i vostri sentimenti, noterete un senso di liberazione che avrà anche la capacità di mettere per iscritto le vostre emozioni attraverso miscugli di parole e frasi che neanche voi sapevate di poter creare.

IN SINTESI L` AGGRESSIVITA` E` ENERGIA CHE HA BISOGNO DI ESSERE UTILIZZATA E INDIRIZZATA VERSO CANALI COSTRUTTIVI ALTRIMENTI SI RISCHIA DI DIVENIRE VITTIME DELLA NOSTRA STESSA FORZA ENERGETICA.

UN ULTIMO MODO PER VEICOLARE COSTRUTTIVAMENTE L`ENERGIA E` NATURALMENTE IL LAVORO.

ESSO CI OFFRE LA POSSIBILITA` DI SCARICARE ENERGIE PER POI IN SEGUITO PROVARE RILASSAMENTO E TRANQUILLITÀ, ESSO RIMANE UNA DELLE TERAPIE MAGGIORMENTE NATURALI E COSTRUTTIVE A NOSTRA DISPOSIZIONE.

3 - MANCANZA DI SICUREZZA

“ L`atteggiamento mentale che genera insicurezza è il modo di sostituire alla realtà il vanto della pretesa, tale possibile mezzo cerca di provare gli altri la propria superiorità ma soprattutto crea un circolo di autodistruzione” 

Tutto ciò può essere ben spiegato attraverso la metafora dello sfidante nello sport….

Quando un pugile ne affronta un altro che detiene il trofeo in gioco, egli, indirizzando bene le proprie energie, ha maggiori possibilità di vittoria…

Il motivo ?

Colui che punta a vincere il premio ha una direzione da seguire uno scopo da raggiungere..

Mentre il già detentore del premio non ha scopi da raggiungere ma una posizione da mantenere, egli agirà cercando di rispettare il nuovo ruolo che nel momento della vittoria ha assunto ed ora egli lotta per difendere la sua posizione e dimostrare di essere degno di tale ruolo.

La situazione appena descritta è riscontrabile in qualsiasi posto di lavoro o nei rapporti relazionali e ha il potere di affievolire la vostra sicurezza.

Questo è evidentemente vero poiché un soggetto quando pensa di essere arrivato, di aver raggiunto lo scopo, diviene nuovamente statico e non più dinamico, perde quella dinamicità che permetteva al proprio meccanismo di avere una direzione da seguire e quindi poter mantenere un certo equilibrio che possedevate quando vi sforzavate di raggiungere uno scopo, come divenire campione dei pesi massimi o di boxe.

L` UOMO CHE È CONVINTO DI ESSERE BUONO IN SENSO ASSOLUTO, NON SOLO NON HA ALCUN INCENTIVO PER FAR MEGLIO, MA SI SENTE INSICURO PERCHE` HA UN VANTO DA DIFENDERE.

L` uomo che pensa di essere arrivato ha quasi esaurito la sua utilità…

Se vi immaginate perfetti e arrivati non sentirete il bisogno di lottare, tentare di superare gli altri, il vedere che vi sforzate può far credere agli altri che infondo non siete cosí superiori e perciò vi fermate smettendo di agire e sforzarvi per uno scopo, cosi facendo perderete la volontà di vincere, probabilmente l` intera battaglia.

Considerate che ogni individuo paragona le proprie abilità con un IO immaginario, esso quando viene rappresentato come perfetto, naturalmente, provoca insicurezza, l` individuo che prova questa mancanza di sicurezza sente che dovrebbe avere successo, essere in grado di fare.

L` errore consiste nel vedere uno scopo come un fatto che esiste già e va difeso, un colossale tranello umano che trasforma scopi degni della nostra attenzione in motivi di insicurezza e frustrazione .

Infondo sappiamo che il meccanismo volto ad uno scopo ha bisogno di un obiettivo da raggiungere, solo in tal modo può essere espresso il vero IO.

IN SINTESI non è sicuro stare sulla cima del pinnacolo, mentalmente, scendete giù e vi sentirete molto più sicuri.

LA MANCANZA DI SICUREZZA subentra quando non vi sentite all` altezza di ciò che siete chiamati a fare, non perché non possedete realmente tali abilità, semplicemente i termini di paragone sono errati.

Utilizzando un falso metro di giudizio, come un IO perfetto e infallibile, lo scoraggiamento e l` insicurezza vi riempiranno la psiche.

La mancanza di sicurezza ha origine da un concetto o da un`opinione di intima incapacità..

 Nati da confronti malsani ed errati e da assenza di direzione ben chiarita.

4 - SENSO DI SOLITUDINE

LA SOLITUDINE È UN MECCANISMO DI AUTOPROTEZIONE CHE VIENE UTILIZZATO COME SCUDO PER PROTEGGERE IL NOSTRO IO IDEALIZZATO CONTRO I RISCHI E IMBARAZZI RISCONTRABILI NELLE RELAZIONI SOCIALI.

Con l` innesco di tale autodifesa ogni legame sociale e affettivo vengono interrotti poiché il soggetto solitario, infondo, ha paura degli altri….

Questo soggetto è solito pensare e lamentarsi del fatto che non vi sono persone con cui mescolarsi ma in realtà egli, con i suoi comportamenti passivi, fa in modo che gli altri non possano avvicinarsi, in maniera del tutto involontaria.

Questi comportamenti di auto esclusione nei confronti della gente sono dovuti, il più delle volte, ad un`alienazione dell`IO reale del soggetto.

Esso si è tagliato fuori da quelli che sono i contatti fondamentali della vita a causa di questo sentimento verso il suo IO, che viene percepito come estraneo.. tale condizione crea contatti umani insoddisfacenti e porta il soggetto a divenire un recluso sociale.

Essenzialmente questi soggetti dovrebbero imparare a considerare e prestare attenzione agli altri più che a se stessi, concentrandosi sul nostro interlocutore o sull`attività che si sta svolgendo insieme, ci diamo la possibilità di scioglierci, divenire maggiormente spontanei e naturali, promettendo un maggiore agio nelle varie situazioni sociali, per il semplice essere se stessi.

Con questo modo aperto di rispondere alla vita sociale, sblocchiamo noi stessi e spesso ci si può rendere conto che gli altri non era cosí scontrosi come pensavamo e che noi siamo socievoli per natura e la timidezza scomparirà insieme a tutti quei  pensieri che inibivano il nostro agire.

Il fondamento di quanto riportato si basa sul fatto che quando ci concentriamo su altre cose, come gli altri o attività che favoriscono il sociale, perdiamo interesse per i nostri vanti, le pretese che abbiamo verso noi stessi….. maggiormente mi aprirò a qualcuno maggiore sarà il mio agire naturale e spontaneo, ciò provoca un rilassante senso di agio verso noi stessi.

Perciò possiamo affermare che essere tagliati fuori da ogni contatto con il prossimo è un sintomo della personalità del fallimento, esso ha la capacita` di creare un circolo vizioso che l` individuo sarà portato a ripetere divenendo un solitario eccessivo e malsano.

PRESCRIZIONE : 

Tagliandosi fuori dalle relazioni sociali, spesso involontariamente, il soggetto chiude rendendo inaccessibile una delle strade che ha per ritrovare se stesso.

Questa strada per essere percorsa necessità di essere compresa….

Annullare se stessi nelle attività sociali con il prossimo, agire con piacere insieme agli altri ci aiuta a ritrovare noi stessi….

Trovare scopi comuni su cui concentrarsi insieme ci mette a nostro agio poichè smettiamo di porre attenzione su noi stessi e di ricercare elementi che confermino minimamente l`idea del nostro IO falso e ideale .

La solitudine fa parte della natura umana, è l`eccesso che crea il disagio.

Noi ricerchiamo sempre l`equilibrio.

  • Incuranti dei vostri sentimenti cercate di mescolarvi con il prossimo, gli intrecci relazionali sono parte basilare della vita umana… noterete come dopo un inizio freddo e sforzato, agendo liberamente, potreste godere ed essere piacevolmente riscaldati da quelli che vengono chiamati “Rapporti Umani”…
  • Cercate di porre attenzione sul vostro interlocutore o sull`attività che si sta svolgendo insieme, create “Rapport” partendo da una gran voglia di comprendere il prossimo e i suoi modi di agire.
  • “Esporsi costantemente all`oggetto della paura rende immuni alla paura stessa….”  Vecchio assioma psicologico che vi farà comprendere come inizialmente potrete essere un pò macchinosi nel vostro agire ma , man mano che si agisce e si diventa coraggiosi, si ha la possibilità di osservare gli altri con occhi nuovi comprendendo che molti sono amichevoli e accoglienti, era la vostra idea assoluta e rigida del vostro Io ideale a mettere in risalto i lati negativi dei rapporti.
  • Ponetevi attivamente nelle relazioni, evitate la passività ….. cercate di avere spirito di iniziativa, di esporre idee e pensieri….

IL SEMPLICE FATTO CHE IL PROSSIMO ABBIA ACCETTATO FARÀ IN MODO CHE, AUMENTANDO LA FIDUCIA VERSO SE, ANCHE VOI ACCETTERETE MAGGIORMENTE VOI STESSI… 

5 - INCERTEZZA

“ Il più grande errore che un uomo può commettere è quello di aver paura di commettere uno… “

L`incertezza è semplicemente un metodo per evitare di sbagliare e fare errori, essa si basa sulla premessa che chi non agisce non può sbagliare …

Questa quinta spia della personalità di insuccesso si basa, anche essa, sul tentativo della mente di proteggere l` immagine dell` IO fasulla che il soggetto ha creato.

Nel momento in cui egli agirà tutta la sua perfetta immagine di sé, in caso di errore, potrebbe andare in frantumi …. 

In questo modo ogni decisione diviene una questione di vita o di morte.

L` incertezza ha due modi di esprimersi nel soggetto che ne è invaso …

  1. EVITARE IL MAGGIOR NUMERO DI DECISIONI, RIMANDANDOLE IL PIÙ POSSIBILE 
  2. PROCURARSI UN CAPO ESPIATORIO CON CUI SCARICARE LE TENSIONI 

Il primo è in perenne svantaggio in quanto non vorrebbe agire affatto, inoltre la sua tendenza a procrastinare evidenzia questo sintomo che chiaramente porta al fallimento.

Il secondo, spesso, prende decisioni impulsive e frettolose, incurante delle conseguenze in quanto, nel caso di errore, egli avrà pronto un capro espiatorio su cui scaricare le proprie colpe e responsabilità ….

Entrambi offrono la possibilità di non sbagliare, preservare l` immagine ideale che hanno di sé e non avere responsabilità.

Entrambi negano ogni possibilità di crescita dell`individuo poiché è risaputo che si cresce e impara attraverso gli errori commessi.

Questi individui dovrebbero comprendere che fa parte della natura delle cose, continuare e perseverare nelle proprie azioni commettendo errori che vanno corretti…

E` l`errore che ci permette di avere successo, i vari feedback negativi ( errori ) ci offrono la possibilità di indirizzare in maniera ancora più precisa il nostro meccanismo.

PRESCRIZIONE :

Non avete nessuna possibilità di successo se non fate errori che vi aiutino a considerare i fatti di una data situazione, analizzarne le possibilità, valutando le conseguenze per poi scegliere quella che sembra essere la soluzione migliore in vista dei vostri scopi…

STARE FERMI VI PORTA SEMPRE NELLO STESSO POSTO…

MUOVERSI E SBAGLIARE VI PORTA IN UN POSTO NUOVO IN CUI VI È LA POSSIBILITA` DI CORREGGERSI, IMPARARE PER CRESCERE..

Per superare l`incertezza comprendiamo il ruolo che la stima, con la necessità di proteggerla, svolgono nei momenti di indecisione.

Molti sono indecisi per la loro irrazionale paura di perdere la fiducia in sé stessi mentre potrebbero utilizzare la stima a proprio vantaggio piuttosto che porla come ostacolo alla realizzazione..

In tali momenti di indecisione e paura visualizzate i grandi uomini che hanno fatto la storia….

“ Edison lavorava incessantemente ai suoi problemi usando il metodo dell` eliminazione. Se qualcuno chiedeva se fosse scoraggiato per i tanti tentativi falliti egli rispondeva semplicemente …

< NO, NON LO SONO, PERCHÈ OGNI TENTATIVO INFRUTTUOSO IN MENO È UN ALTRO PASSO VERSO LA META> “

“ Nessuno è mai diventato grande e buono se non attraverso molti e gravi errori “

RICORDATE CHE …. le grandi personalità sbagliano e ammettono i loro errori, è il mediocre che ha paura di ammettere di aver sbagliato…

6 - RISENTIMENTO

IL RISENTIMENTO È UNA SPIA DELLA PERSONALITÀ DEL FALLIMENTO, POSSIAMO COMPRENDERE SEMPLICEMENTE IL PERCHÈ… SCOMPONENDO LA PAROLA.

Risentire …. “Ri” prefisso che significa ripetizione con l`aggiunta di  “sentire”…

Deduciamo perciò che il risentimento è la ripetizione di un avvenimento passato, un ricombattere emotivamente un evento del passato… ciò è impossibile e malsano poiché cercate di cambiare il ciò che è immutabile.

La persona che vive di rancori e risentimenti ha bisogno di un capro espiatorio, una giustificazione per il proprio insuccesso.

A sua volta lo trova nelle persone, nella società, nel sistema… ma infondo al suo animo egli sta solo cercando di rendere accettabile il proprio fallimento con la naturale conseguenza di una scarica energetica dovuta all`enorme quantità energetica utilizzata per mantenere questo stato di rancore…

MA PERCHÈ MANTENERE QUESTO STATO DI RANCORE SCARICA ENERGIA E CREA IL MALESSERE?

Naturalmente ci troviamo di fronte l`ennesimo meccanismo automatico volto a preservare l`immagine che nella nostra mente abbiamo disegnato di noi stessi.

Coloro che vivono e hanno bisogno di tale sentimento sono inseriti in un circolo vizioso che li vede bisognosi di tale sentimento per il semplice motivo che in questo modo hanno la possibilità di sentirsi superiori…

PARADOSSALMENTE HANNO NECESSITA` DI PROVARE RISENTIMENTO PER ASSUMERE IL RUOLO DELLA VITTIMA CONTRO UN CAPRO ESPIATORIO, IL QUALE VERRÀ GIUDICATO COME MORALMENTE INFERIORE SEMPLICEMENTE PER PORRE SE STESSI COME SUPERIORI …. Questi soggetti tendono a cadere nella superbia…

Essenzialmente questi soggetti per rendere accettabili i loro fallimenti ne attribuiscono le colpe ad altri, covando dentro di loro un germe che li vede e descrive come maltrattati, vittime di ingiustizie….

 Cosí facendo :

  • Scaricano energie in eccesso, 
  • Non crescono poiche` non possono imparare dai propri sbagli,
  • Creano un veleno dentro di se che rende impossibile la felicita` e il successo 
  • Disegnano un immagine dell`Io inferiore, vittima del mondo perciò incapace di gioire e avere successo

Nell`osservare i soggetti che tendono a cadere in tale trappola ci rendiamo conto subito che, molto spesso, il comportamento che adottiamo è irrazionale poiché innescato da una parte della psiche che è illogica e impersonale…

Questi soggetti nutrono rancore in maniera automatica come se dovessero dimostrare qualcosa al tribunale della vita, è quasi come se maggiormente saranno risentiti e pieni di rancore, maggiormente saranno in grado di dimostrare alla vita che sono stati vittime di ingiustizie per far in modo che qualcosa o qualcuno risolva le circostanze che li hanno visto divenire vittime e soffrire.

Lo scopo ultimo del risentimento è nascondere la mancata accettazione di un evento immedesimandosi nel ruolo della vittima.

Tale ruolo rende impossibile il successo e la gioia … se si persiste in tale atteggiamento mentale, tali sentimenti verso noi stessi diverranno ABITUDINE EMOTIVA.

Un abitudine che porta in sé il sentimento, in assoluto, più malsana che possiamo provare verso noi stessi… 

IL RISENTIMENTO ABITUALE PORTA INEVITABILMENTE ALL` AUTOCOMMISERAZIONE.

I soggetti che hanno inculcato dentro se tali sentimenti, inconsapevolmente, si sentiranno a disagio nel momento in cui non trovano motivi per sentirsi vittime e provare risentimento perciò iniziano con agitazione e ansia a ricercare ingiustizie su cui possono agganciarsi e soffrire.

Questo sentimento porta con sé sempre un immagine dell` IO inferiore, infondo é comprensibile, essere dei falliti se si immagina di essere persone degne di compassione, persone nate per essere infelici.

PRESCRIZIONE:

E` importante ricordare che il risentimento non viene innescato dagli eventi, dalle persone o dalle circostanze…. Semplicemente viene innescato dalla nostra risposta emotiva.

Il potere su esso è esclusivamente vostro, una volta compreso che tale sentimento ci allontana dal successo e ci priva di ogni possibile felicità potete escludere da voi tale sentimento, riconoscerlo per ciò che realmente è…. 

Una menzogna che raccontiamo a noi stessi.

Il risentimento rende impossibile la fiducia verso voi stessi, non permette di immaginarvi come i capitani della vostra vita e della vostra anima perché dipenderete interamente da tutto il vostro ambiente e dalle altre persone…. 

E ne soffrirete…. COME ?

  • Se vi unite ad un` altra persona che vuole farvi felici vi riempirete di rancore e infelicità quando essa smetterà di farlo…
  • Se sentite che gli altri vi devono gratitudine o altro, sarete pieni di tristezza e rancore quando questo non avverrà…
  • Soffrirete e vi mentirete lasciando le redini della vostra vita alle azioni altrui…

CERCATE DI OSSERVARE VOI STESSI COME I VERI CAPITANI DELLA VOSTRA VITA..

CHIEDETEVI SE … SENTITE DI ESSERE I PROTAGONISTI?

E` IMPORTANTE SAPERE CHE SIAMO I PROTAGONISTI DELLA NOSTRA VITA E NON I SPETTATORI….

Fate in modo di dipendere solo da voi stessi, nessuno vi deve niente, siete solo voi ad avere la forza e il coraggio di perseguire le vostre mete, siete voi ad avere la responsabilità della vostra felicità e del vostro successo.

Il risentimento è un meccanismo che porta al fallimento in quanto è incompatibile con la lotta creativa verso uno scopo di cui ogni uomo ha bisogno…

Scegliete di essere i capitani, condottieri, protagonisti della vostra meravigliosa vita.

7 - SENSO DI VUOTO

Il senso di vuoto è un sintomo del fatto che non vivete creativamente, la vita diviene degna di essere vissuta quando avete degli obiettivi degni di essere raggiunti…

La persona che non ha una meta da raggiungere conclude < la vita non ha scopo >…

La persona che non ha uno scopo per cui vale la pena combattere si lamenta  < la vita non e` degna di essere vissuta >

Il soggetto che non ha un lavoro importante da fare dice < non c`è niente da fare >

Il soggetto che lotta per uno scopo che ha valore per lui, conosce l`utilità e l` importanza del tempo… che appare prezioso come il tesoro umano più grande.

È importante comprendere che molti di coloro che sembrano avere successo, in realtà, dentro di sè sono vuoti….perseguono mete prive di significato personale, cosí facendo hanno perso la capacità di gioire lungo la strada.

I soggetti che hanno perso la capacità di gioire non hanno la possibilità di essere soddisfatti di nulla e sentono che raggiungere un nuovo scopo non ha senso, non ne vale la pena…

Molto spesso ritroviamo uomini che vagano alla ricerca di gioia ma inevitabilmente che sia sul posto di lavoro, allo stadio o ad un night club … coloro che hanno perso la capacità di gioire trovano sempre il proprio frutto vuoto e insapore… perché ?

E` possibile ottenere un successo inconsistente ma comprenderete che la gioia che ne deriva sarà altrettanto futile e amara..

La natura vuole che le nostre azioni siano creative e cariche di valore emotivo, solo cosí è possibile sentirsi pieni di gioia e soddisfazione in seguito alla realizzazione di un obiettivo.

IL SENSO DI VUOTO È LA SPIA CHE SEGNALA CHE NON STIAMO VIVENDO CREATIVAMENTE.

Il senso di vuoto si autoperpetua se non troviamo la forza e il coraggio di spezzare il circolo vizioso in cui siamo entrati…

L` individuo che si trova in tale situazione rischia che questa sensazione lo porti ad evitare ogni lavoro, attività  e responsabilità.

Egli pensa < se tutto è vano, se non vi è nulla di nuovo sulla terra, se non vi si trova gioia in nulla, se la vita è solo monotonia, vivere per lavorare per poi lavorare per vivere… perché dovrei esserne eccitato ed entusiasmato… >

Riconoscetelo quando viene a bussare alla vostra porta poiché il senso di vuoto, una volta provato, può divenire una scusa o giustificazione per evitare le attività che abbiamo prefissato per noi…

Sconfiggetelo spezzando la monotonia, scegliendo uno scopo che sia degno di essere realizzato e per cui valga la pena lottare.

IL SENSO DI VUOTO VIENE SPESSO ACCOMPAGNATO DA UN` INADEGUATA IMMAGINE DELL`IO 

Il soggetto che conserva al proprio interno un senso di inferiorità, una malsana immagine di sè, può ottenere successo ma è incapace di gioirne…

La mente non può contenere due informazioni che siano incoerenti fra loro, quindi se vi immaginate come inferiori, nel momento in cui realizzate e portate a compimento uno scopo, sarete incapaci di attribuirvi il merito del successo stesso, come se avreste rubato i semplici segni esteriori del successo per indossarli …

Viene chiamata “SINDROME DEL SUCCESSO” , si tratta di sentimenti di ansia, insicurezza e colpevolezza nati nel momento in cui abbiamo avuto successo…

Questi uomini si sentono colpevoli come se il raggiungimento lo avessero rubato quando in realtà la semplice spiegazione è che nella loro mente credono di non esserne degni.

È Importante comprendere che il vero successo non danneggia nessuno, può solo migliorare e ispirare…

Il vero successo consiste nel realizzare desideri intimi attraverso un atteggiamento di lotta e creatività , coloro che hanno sofferto l`incapacità di gioire per i propri successi si basavano sui simboli del successo non sui propri e personali scopi e obiettivi.

IL VERO SUCCESSO PRODUCE UNA PROFONDA SODDISFAZIONE E REALIZZAZIONE PERSONALE ATTRAVERSO UN PERFEZIONAMENTO CREATIVO VOLTO A CRESCERE E MIGLIORARE.

È COMPRENSIBILE, ORA, PERCHE` LOTTARE PER UN SUCCESSO FITTIZIO, PER COMPIACERE GLI ALTRI… CREA E PRODUCE UNA SODDISFAZIONE FASULLA…

  

INSUCCESSO : COME UTILIZZARE IL PENSIERO NEGATIVO

Siamo creati in maniera cosi perfetta che siamo dotati di spie luminose che ci indicano dove è necessario avviare un` azione correttiva per riparare ai nostri errori.

Per utilizzare al meglio questi elementi del sistema umano è importante comprendere che l`equilibrio è essenziale in tutte le attività dell`essere umano.

  • Ignorare gli indicatori può corrompere e rovinare il vostro personale meccanismo e la vostra vita.
  • Porre eccessiva attenzione alle spie negative ci porta a vivere nel timore e nella paura, bloccando le nostre capacità.

COSA FARE PER MANTENERE L` EQUILIBRIO ?

Immaginate di guidare la vostra auto e di notare che una delle spie si è accesa per comunicare che c`è un problema da risolvere…

Voi potete agire come volete nei confronti della macchina che conducete, potete fare come riportato in precedenza… ignorare o ossessionarvi ma …

SE VOLETE VIVERE CON SUCCESSO E PUNTARE AD OTTENERE IL MASSIMO DA CIÒ CHE SIETE..

 AVETE BISOGNO DI :

  1. Fermare l`attenzione verso la META.
  2. Stare attenti a riconoscere i segni del fallimento, le spie luminose.
  3. Valutare azioni volte a correggere il problema che il sistema ci indica.
  4. Ritornare a concentrasi sul futuro, sulla meta e su dove si vuole andare.

Possiamo utilizzare in maniera costruttiva il pensiero negativo, per far ciò abbiamo bisogno di conoscere ciò  che è negativo per poterlo evitare.

Il corretto uso di tale funzionamento mentale può aiutarci ad avere successo…

  • SENSIBILITÀ  a ciò che è negativo, permettendo di avvisarci del problema.
  • RICONOSCERE ciò che è negativo come un impedimento alla felicità, qualcosa di indesiderabile da correggere ed eliminare.
  • AGIRE sempre per la correzione di tali fattori negativi, sostituendoli con il suo opposto positivo del meccanismo del successo.

Tale esercizio, ripetuto nel tempo, dona al vostro meccanismo per il successo delle istruzioni vere e proprie su cui basarsi e con cui reagire al mondo.

IN QUESTO MODO LE REAZIONI NEGATIVE PRESENTI NELL`UOMO AGIRANNO COME RISPOSTA E CONTROLLO AUTOMATICO VOLTO A EVITARE I FALLIMENTI E GUIDARCI AL SUCCESSO.

Avrete la possibilità di innalzarvi due metri da terra e colpire con una rovesciata magistrale il pallone poiché avrete al vostro interno tutti gli elementi del successo e tutti gli accorgimenti riguardanti gli errori se vi impegnate e credete nelle vostre potenzialità.

VOW VI INVITA A SCRIVERE SUL VOSTRO DIARY PERSONALE I PENSIERI, LE IDEE…

 RICORDANDO UN ELEMENTO CRUCIALE…

Il peggior inchiostro e` meglio della migliore memoria.

Ottieni la Mappa ideata da Evolution Vow per monitorare la tua crescita personale.

Tutti i dettagli della personalità di insuccesso, le caratteristiche da notare e migliorare con i metodi scientificamente stabiliti nelle istruzioni umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *