LE ORIGINI DELLE STRUTTURE CARATTERIALI

In questo step sveleremo la verità energetica che si cela dietro ogni nostro tratto fisico, introducendo l`affasciante concetto di strutture caratteriali.

Ogni postura, ogni atteggiamento corporeo ha una spiegazione energetica e psicologica, conoscere i nostri tratti caratteristici ci consente di lavorare sul nostro corpo per modificare il nostro atteggiamento, non solo corporeo ma anche psicologico.

Il cambiamento inizia sempre interiormente.

Sappiamo che il movimento energetico influenza la psiche e si esprime attraverso il corpo, tuttavia per modificare alcune tendenze poco costruttive possiamo agire sul corpo mobilitando le energie del sistema, il movimento che ne deriva verrà captato dalla psiche che adotterà dei cambiamenti sempre con lo scopo di preservare l`equilibrio e l`omeostasi del sistema.

La nostra società per come è strutturata, per le norme implicitamente imposte, crea un conflitto interno dato dal fatto che le pulsioni istintive sono incoerenti con molte pulsioni dell`Io..

Sostanzialmente siamo sotto una pressione deleteria che vieta di esprimere la natura interna degli uomini.

Evidenziando il fatto che, a livello energetico, l`amore ed il piacere corrispondono al movimento energetico dal nucleo alla periferie del corpo, in contatto il mondo esterno..

La fonte di felicità primaria è il contatto.

Contatto con il mondo, con le persone, con la natura, con gli argomenti …

I conflitti psicologici, inconsci o consci, non sono altro che interruzione del flusso energetico che va dal nucleo ( il cuore ) verso il mondo esterno.

In seguito il conflitto verrà sostenuto dal corpo e dalla psiche:

La psiche creerà meccanismi di difesa volti a difendere l`immagine dell`Io.

Questa manovra predispone il sistema a dispendere molta energie, questo è il motivo per cui la difesa psicologica verrà delegata all`inconscio.

Quest`ultimo, con il semplice scopo di proteggere l`io e di preservare l`energia del sistema, inibisce il flusso di energia, che corrisponde al conflitto, attraverso la creazione di tensioni muscolari croniche che se non vengono sciolte divengono caratteristica posturale del soggetto.

È importante sottolineare che le tensioni muscolari inizialmente si mostrano come emozioni, sentimenti, pensieri inaccettabili per la coscienza, perciò vengono repressi fino a divenire estranei alla coscienza, ciò crea la “corazza muscolare”..

Corazza muscolare come insieme di tensioni croniche, meccanismi di difesa, volti a preservare l`immagine dell`IO

Possiamo definire il blocco muscolare corporeo come uno schema comportamentale rigido, nel senso che, di fronte determinati stimoli, il soggetto reagisce nello stesso modo anche quando la reazioni non è adeguata..

In seguito l`azione inadeguata verrà notata dal soggetto che attraverso vari meccanismi di difesa, come ad esempio la razionalizzazione, giustificherà il comportamento attuato.

strati di difesa del nucleo

STRUTTURE CARATTERIALI : ESSERI UMANI ESPANSIVI E SPONTANEI

Piacere come sensazione interna che attraverso una fluida accettazione ed apertura ci permette di metterci in contatto con il mondo.

Dolore come atteggiamento di chiusura e ipercontrollo, impulso che incontra un blocco.

Inizialmente cosciente, appare come inibizione mentale mentre prolungato nel tempo diviene inconscio per conservare le energie del sistema..

L`inconscio crea tensioni muscolari per sopprimere le sensazioni dolorose, un blocco che contemporaneamente inibisce la possibilità di provare piacere.

Il risultato è che dolori inaccettabili, conflitti irrisolti creano tensioni muscolari che svolgono il ruolo di supporto per le difese mentali.

Esse, nel loro insieme, creano la struttura caratteriale.

La struttura caratteriale definisce il rapporto del soggetto fra ..

 Sé – bisogno di amore – desiderio del piacere

Esse ci indica quale reazione di difesa il soggetto ha attuato per rispondere al conflitto nella fase di sviluppo, quali difese utilizza per reprimere gli impulsi inaccettabili.

Progetto senza titolo (4)

LO SVILUPPO DELLA COSCIENZA

La natura vuole che ogni uomo sviluppi la propria coscienza in maniera progressiva.

Osservando la crescita di ogni individuo comprendiamo che ogni età conferisce una nuova capacità, una nuova connessione fra la persona e il mondo circostante 

  1. BAMBINO/MADRE
  2. GENTE
  3. ANIMALI E PIANTE
  4. NATURA E TERRA
  5. STELLE E COSMO

In ogni fase integriamo diversi aspetti dell`esistenza, imcrementando la nostra consapevolezza..

Ogni strato che integriamo rappresenta un nuovo aspetto del sé, la nostra coscienza si sviluppa dal punto di vista fisico, emotivo, psicologico.

Neonato —> amore e piacere

Bambino —>  creatività e immaginazione

Ragazzo —> giocosità e divertimento

Giovane adulto —> storia d`amore e avventura

Adulto —> realtà e responsabilità

Integrare i diversi aspetti attraverso una sana espressione di sé nel mondo ci permette di essere completi e liberi..

Libertà da tensioni muscolari che spesso rappresentano conflitti derivanti da esperienze infantili, conflitti che ci rendono incapaci di reagire con efficienza nei vari contesti della vita.

Questo spiega il motivo per cui ci sentiamo a nostro agio in alcuni contesti mentre in altri siamo a disagio…

OSSERVIAMO DA DIETRO LE QUINTE L`AZIONE SANA

Sviluppo della coscienza

Movimento dall`interno verso l`esterno :

Abbiamo detto che il centro è il cuore, Il nucleo da cui nascono tutti gli impulsi..

 ( Espressione di amore essenziale per la buona vita )

Lo strato emotivo innesca l`azione trasmettendo segnali al corpo.

( Sentimenti realistici non manipolati )

Lo strato muscolare esprime l`azione ricevuta mediante segnali magneto-elettrici ed ormoni.

( movimenti aggraziati e coordinati )

Lo strato dell`io cosciente effettua una revisione per constatare se l`azione è coerente con l`immagine dell`IO

( padronanza e consapevolezza di sé, autoaffermazione )

Movimento dall`esterno verso l`interno : 

Osservando il sistema umano da questa prospettiva comprendiamo che per ottenere un cambiamento terapeutico, volto a migliorare la condizione della persona, una semplice azione indirizzata alla consapevolezza del soggetto molte volte non è abbastanza…

Per questo la psicoanalisi, nella maggior parte dei casi, non produce risultati..

Anche se il soggetto comprende le proprie problematiche e ne diviene consapevole è necessario mobilizzare gli strati interni e profondi del soggetto.

Mobilitare il corpo è la scelta ottimale, in quanto la sua posizione è intermedia fra la coscienza e lo strato emotivo, funge da collegamento per far emergere sentimenti repressi e riequilibrare il flusso energetico.

Tuttavia è importante comprendere che serve impegno e dedizione poichè ogni strato ha delle difese da neutralizzare o aggirare :

Strato dell`IO 

Razionalizzazione, negazione, proiezione, negazione, colpa, sfiducia

Strato muscolare

Tensioni muscolari che sostengono le difese dell`io e proteggono il soggetto da sentimenti sottostanti repressi.

Strato emotivo

Sentimenti repressi di paura, rabbia, tristezza, disperazione, dolore…

Il Cuore

Da cui deriva il bisogno di amare ed essere amati

È possibile chiedersi se esistono persone che sono completamente libere, disinibite in tutti i contesti, capaci di esprimersi al meglio provando un profondo piacere..

La risposta è che per esistere dovrebbe essere un soggetto capace di godere e trarre piacere da ogni emozione, da ogni contesto, da ogni movimento..

Godere della tristezza e della rabbia come della felicità.

La missione che dovrebbe motivare la vita di ogni uomo è la perenne ricerca di questo stato di grazia, maggiore sarà la nostra libertà di movimento maggiore sarà la capacità di godere la vita.

La presenza di blocchi non permette un espressione spontanea bloccando la possibilità di provare piacere.

Il nostro obiettivo è divenire presenti e radicati nel corpo, percepire pienamente il nostro corpo accresce la nostra vitalità, ci mantiene in contatto con la realtà, condizione che ci predispone a sentirci più vivi.

STRUTTURE CARATTERIALI BASATE SU ILLUSIONI E FISSAZIONI

Ogni struttura presenta un ideale dell`IO a cui profondamente crede, pertanto le azioni dovranno essere coerenti con questa loro illusione.

La loro illusione li immobilizza nel momento in cui la realtà si manifesta, da un lato vogliono difendere il proprio Io conservando il loro ideale, mentre dall`altro lato la realtà continua a fare parte della vita dell`individuo …. 

Questo conflitto fra due sentimenti opposti immobilizza il soggetto che a lungo termine svilupperà tensioni muscolari croniche.

Abbiamo già detto che il blocco nasce da un conflitto…

Ad esempio la ricerca del piacere sessuale accompagnato da un senso di paura per questa ricerca di contatto, la reazione naturale e automatica sarà l`ansia.

Ansia come stimolo che innesca piacere e paura contemporaneamente..

Quando questa emozione si presenta in età precoce il soggetto crea difese intorno al cuore, il nucleo…

Questa situazione si mostra a livello corporeo come tensione a livello pelvico, alle spalle, alle anche, alla base della testa.

STRUTTURE CARATTERIALI

SCHIZOIDE

ETÀ DEL BAMBINO : Dalla nascita ai 6 mesi di vita ( concepimento o nascita )

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di Esistere

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Ostilità e freddezza

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Terrore e furia

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE : Telerecettori ( occhi, orecchie, naso.. )

FERITA : Rifiuto

ORALE

ETÀ DEL BAMBINO : Da 6 a 18 mesi 

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di avere bisogno

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Deprivazione e insufficiente appagamento

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Rabbia vorace

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE : Bocca, petto e braccia

FERITA : Deprivazione

MASOCHISTA

ETÀ DEL BAMBINO : Dai 18 mesi ai 3 anni

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di imporsi

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Sottomissione e invasione

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Sfida rabbiosa

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE : petto e busto

FERITA : Umiliazione

PSICOPATICO

ETÀ DEL BAMBINO : Dai 18 mesi ai 3 anni

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di essere autonomo

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Manipolazione e umiliazione

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Ira e impeto

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE :Testa, petto e busto

FERITA : Tradimento

RIGIDO

ETÀ DEL BAMBINO : Fase Edipica, da 3 a 6 anni

DIRITTO FONDAMENTALE NEGATO : Diritto di amare sessualmente 

RISPOSTA NEGATIVA VERSO L`AMBIENTE : Freddezza e rifiuto / Seduzione e rifiuto 

REAZIONE NATURALE DELL`ORGANISMO : Profonda sofferenza

AREA PSICOSOMATICA RILEVANTE : Gambe e genitali

FERITA : Ingiustizia 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *